Al TTG 2013 non solo business ma anche attenzione e rispetto delle persone.

In occasione della 50° edizione di TTG Incontri, e della 7° Giornata europea contro la tratta degli esseri umani, Sabre Italia ha voluto dare un contributo concreto e un segnale di cambiamento contro la tratta degli esseri umani nel mondo.

Nettohotel partner ufficiale di Sabre Hospitality Solutions dal 2009, si riconosce in questi valori di responsabilità sociale e ha piacere di raccontarvi questa bella iniziativa.

Sabre Holdings venerdì 18 Ottobre 2013 ha presentato il progetto Passport to Freedom
Ovvero il programma di Corporate Social Responsability dove Sabre Holdings si impegna nella lotta insieme a due partner d’eccezione: Ecpat Italia Onlus e Idee per Viaggiare Tour Operator, per unire l’industria dei viaggi e del turismo nella lotta contro la tratta degli esseri umani.

Anche nel XXI secolo assistiamo ad una moderna forma di schiavitù attraverso il traffico degli esseri umani dove individui senza scrupolo traggono profitto dal controllo e dallo sfruttamento di altri esseri umani. Le vittime vengono spesso sottomesse tramite violenza, con frode e coercizione per poi essere indotte alla prostituzione o al lavoro clandestino

Il giro d’affari del traffico di esseri umani si calcola in 32 miliardi di dollari l’anno e si stima che sia uno dei crimini più diffusi e in rapida crescita a livello mondiale. Il 55% delle persone a cui è stata privata la libertà sono donne e bambini. [Fonte: Global report on Trafficking 2012]

L’industria dei viaggi e del turismo è spesso involontariamente coinvolta nella catena operativa di questi crimini, all’interno e oltre i confini nazionali e internazionali.

Il Sig. Marco Benincasa, Country Director di Sabre Italia ha dichiarato: “Attraverso i suoi servizi, Sabre raggiunge quotidianamente tutti i livelli del settore dei viaggi, dagli agenti alle compagnie aeree, dai tour operator ai viaggiatori stessi e propria questa autorevolezza ci ha dato la spinta per agire come forza trainante nella sensibilizzazione della causa”.

Insieme al supporto di Ecpat Italia Onlus e di Idee per Viaggiare, Passport to Freedom ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del settore dei viaggi sugli argomenti relativi al traffico di esseri umani, sostenere e promuovere le modifiche legislative contro questo crimine e offrire ai vari leader del settore l’opportunità di collaborare alla lotta contro un problema che colpisce fino a 27 milioni di persone nel mondo.

L’impegno di Passport to Freedom, è iniziato poco più di un anno fa da parte di Sabre Holdings negli Stati Uniti, ha visto già diverse azioni concrete, a partire dalla firma di The Code: il Codice di Condotta, un’iniziativa riconosciuta dagli attori della filiera al fine di combattere lo sfruttamento sessuale dei bambini in contesti connessi a viaggi e turismo.

In Italia, il Codice è già incluso nel Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti da aziende del settore Turismo e prevede anche l’incarico di formare il personale dei Tour Operator, delle agenzie di viaggio e delle strutture all’estero in modo che sia in grado di riconoscere, evitare e contrastare potenziali situazioni di sfruttamento.

Sabre si sta impegnando a combattere la tratta di essere umani con le seguenti azioni:

  • Offrendo corsi di formazione su questo argomento a tutti i 10.000 dipendenti in tutto il mondo, in modo che possano essere più informati sul tema
  • Aumentando la consapevolezza e la sensibilità dei partner, compagnie aeree, hotel, agenzie di viaggio e clienti corporate
  • Informando i viaggiatori che utilizzano gli strumenti di prenotazione online di Sabre, in modo che possano riconoscere e segnalare potenziali azioni criminali in questo ambito
  • Collaborando con i leader di varie organizzazioni governative, no-profit e dell’industria dei viaggi
  • Aggiornando le policy aziendali, incluso il Codice di Condotta per i rapporti con i fornitori, per evidenziare il dissenso nei confronti di questo crimine

A livello internazionale, i partner di Sabre coinvolti in questa lotta sono: The Code; Polaris Project; ECPAT (End Child Prostitution and Trafficking); International Justice Mission; e Airline Ambassadors.

Anche Danilo Curzi, Amministratore di Idee per Viaggiare ha dichiarato “Stiamo lavorando con tutti i nostri mezzi per veicolare l’informazione e contribuire a fermare il flusso di traffico di esseri umani, ma non possiamo farlo da soli. La sensibilizzazione sul tema è il primo passo per salvare vite umane, se ognuno viene coinvolto. Le iniziative, pubbliche o private come quella che Sabre lancia, possono fare la differenza nel porre fine a questo terribile crimine”.

Aziende come Sabre che intervengono in modo proattivo nella lotta contro questo problema sono un ottimo esempio, e incoraggio le altre società a seguire il loro esempio“.

Passport to freedom - ttg - nettohotel

Passport to Freedom vuole essere parte dello sforzo per sollecitare l’industria dei viaggi e del turismo e porre fine non solo a questi crimini efferati, ma anche per aiutare coloro che ne sono stati colpiti a ricostruirsi una vita

Noi di Nettohotel crediamo nel rispetto del prossimo e non possiamo che condividere e appoggiare l’iniziativa e chiediamo anche a Voi colleghi e operatori turistici maggiore consapevolezza. Perché solo insieme riusciremo a cambiare le cose. Grazie.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *