Blog e Sito Web? Differenze

Entrambi:

  • sono mezzi per comunicare sul web.
  • hanno il principale obiettivo di informare gli utenti su un determinato argomento o su un determinato servizio/prodotto.

#1 Sito Statico 1.0

Agli albori di Internet, i siti web utilizzavano prevalentemente l’HTML come unico linguaggio di programmazione e pagine statiche in cui il contenuto era fisso:

  • Comunicazione unidirezionale
  • Costruzione di vetrina su internet, replicando in digitale le brochure cartacee.

#2 – Nascono le pagine web dinamiche

  • la comunicazione cambia: da generica a caratterizzata.
  • da una comunicazione unidirezionale a una bidirezionale.

Le aziende sono sempre più attente alla propria identità sul web aprendo il contatto con la propria utenza.

Le pagine dinamiche:

  • Vengono aggiornate con una maggiore frequenza e i contenuti cambiano in base alle esigenze e ai bisogni dell’utente.
  • Il web diventava un luogo dove i navigatori iniziano a interagire con i responsabili dei siti web. Qui si può contattare direttamente l’azienda, ricercare informazioni specifiche e personalizzate.

Il sito web dinamico apre le proprie porte all’interazione diretta ma non basta!

Nascono i CMS* e la Blogsfera**

Il navigatore web ormai prende coscienza del proprio ruolo di consum-attore.

Smette di essere passivo e inizia a esprimere chiaramente la propria opinione, raccontare le proprie esperienze, condividere interessi e passioni.

L’utente vuole ritagliarsi il suo spazio dove poter esser lui stesso comunicare.

*CMS = Content Management System La piattaforma che facilita la gestione dei contenuti (Es. WordPress, Joomla, Drupal , ecc.) 

**Blogsfera = il luogo dove le comunità di blogger si raccontano e condividono contenuti nel WEB

Quindi cos’è un Blog?

Il termine blog è una contrazione di “web log” (“traccia su rete”), ovvero una piattaforma web di facile pubblicazione e gestione in ordine cronologico che non necessità di particolari competenze tecniche.
Il blog è quindi l’espressione di una persona individuale (blogger) per sè o per una azienda (nel caso di corporate blog) di raccontarsi. È un luogo di interazione, un modo per stare (virtualmente) insieme agli altri per esprimere liberamente la propria creatività e opinione sotto forma di testo, immagini e video.

6 motivi per aprire un corporate blog e avviare una strategia di marketing dedicata

1. Un blog … per Raccontarsi

I blog somigliavano a diari sui quali appuntare pensieri, ma in forma digitale invece che cartacea.

La componente autobiografica è fortemente connessa alla personalità del blogger o della vision aziendale (es. i valori e la storia di un’azienda).

Scrivere vuol dire mettere un po’ di sé stessi e di ciò che si fà fra le righe del testo e condividere esperienze.

NON fare “copia & incolla”, sii autentico!

Lascia il segno…

2. Un blog … per Emozionare

Non solo testo e parole ma anche:

  • Immagini
  • Video
  • Suoni compongono la TUA storia!

I migliori blog sono un mix di tutto! (in ottica di crossmedialità)

Racconta l’esperienza a 360° Dài VALORE e creerai EMOZIONE!
Lo storytelling (se fatto bene) funziona alla grande.

3. Un blog …per offrire contenuti freschi e agevolare la SEO

Un blog viene aggiornato con più frequenza del sito internet, fornendo a Google contenuti freschi e segnali SEO.

Aumenteranno così le tue possibilità di comparire nei risultati di ricerca, insieme al traffico verso il tuo sito.

Quindi se si creano e condividono contenuti originali e validi ne avranno tutti giovamento.

Una buona strategia SEO porta traffico qualificato e integra una più generale strategia di web marketing.

I motori di ricerca sono importanti.

4. Un blog … per confermare competenze e credibilità
  • Tenete informati i lettori dei nuovi sviluppi nel vostro settore.
  • Oltre a mostrare ai lettori che conoscete il vostro settore, vi servirà anche a costruire e consolidare la vostra reputazione.

Sii autorevole

Uno dei migliori utilizzi di un blog, soprattutto aziendale o legato al personal branding è l’importanza e la conoscenza che potete offrire di un dato argomento. Stabilendo con i vostri lettori legami in base alla vostra esperienza.

N.B. Scrivi di ciò che conosci e in ogni caso controlla sempre l’autenticità delle fonti

5. Un blog … per aprire le porte della tua azienda al mondo “social”

Le relazioni instaurate con i tuoi clienti potenziali e già acquisiti rappresentano un enorme patrimonio per la tua impresa. (Lead Generation)

I contenuti prodotti per il corporate blog sono un’ottima base di partenza per gestire anche altri canali social indispensabili alla tua azienda, come Facebook, Twitter, Google + e altri social di condivisione di fotografie come Pinterest e Instagram.

(sempre in ottica crossmediale)

Se il sito e il blog son la tua casa «virtuale» pensa ai social come a delle agorà digitali dove trovarsi, scambiarsi opinioni e interessi.

6. Un blog … per migliorare le tue conversioni

Come abbiamo visto, il blog giova innanzitutto alla tua reputazione online e ti aiuta a costruire una audience. Le vendite sono una successiva opzione.

Se riesci a guidare traffico qualificato verso il blog (anche attraverso i social media) potresti provare ad incrementare le vendite.

Non c’è alcun dubbio al riguardo, il blogging richiede tempo. Tuttavia, potrebbe diventare il compito più importante della giornata.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *